Ultima modifica: 16 settembre 2016

Intercultura

 

 


 

SCAMBI  S.M.A.R.T.

“Ogni studente suona il suo strumento,
Catturaaaanon c’è niente da fare.
La cosa difficile
è conoscere bene i nostri musicisti
e trovare l’armonia.
Una buona classe
non è un reggimento che marcia al passo,
è un’orchestra che prova la stessa sinfonia”.
Daniel Pennac – Diario di scuola

PREMESSA
Nella convinzione che l’Educazione all’Interculturalità è da intendersi come offerta formativa che fornisce a tutti gli studenti conoscenze e competenze disciplinari per permettere loro di comprendere la realtà sempre più complessa e “globalizzata” in cui vivono, si confermano gli interventi degli anni precedenti:
*a livello di Accoglienza: per rimuovere gli ostacoli che impediscono alle famiglie e agli alunni neo arrivati di accedere e di usufruire del nostro servizio educativo;
*a livello di Curricolo: in un continuum con le linee programmatiche e metodologiche già individuate in passato.
Il nostro Istituto, attento alle condizioni di disagio generale degli alunni, è in costante collegamento con le diverse Agenzie educative del territorio e con le famiglie per conoscere le situazioni, gli orientamenti culturali, gli stili di vita del Paese di provenienza, la specificità di ogni contesto.
Perciò è determinante l’intervento dei mediatori linguistico-culturali, i quali offrono assistenza agli studenti non italofoni nella fase di inserimento in classe ed un servizio di traduzione linguistica per facilitare i rapporti scuola/famiglia.
Il progetto d’Istituto intende offrire agli apprendenti la possibilità di inserimento nel nuovo contesto scolastico attraverso attività legate alla libera espressione, al gioco, al lavoro finalizzato. I percorsi didattici saranno specifici per ogni livello: per i neo arrivati si ifonderanno su attività di accoglienza che coinvolgeranno l’intero gruppo-classe e saranno mirate all’apprendimento delle principali funzioni comunicative (listening/ speaking); i percorsi dedicati allo sviluppo delle altre abilità linguistiche dell’italiano L2 (reading/writing) favoriranno l’apprendimento ed il rinforzo del lessico da parte degli studenti.

ANALISI DEL CONTESTO:
Il nostro Istituto comprende una scuola dell’Infanzia, due scuole Primarie ed una Secondaria di 1°grado; di queste, la scuola primaria “G. Pascoli” e la scuola secondaria “R. Motto” sono situate in centro e presentano un’utenza di alunni stranieri maggiore rispetto alla primaria “Don Sirio Politi” e alla scuola dell’Infanzia “Florinda”, ubicate in periferia.
Laddove si registra un continuo incremento di presenze di alunni non italofoni, con tempi di permanenza variabili, talvolta con problematiche relazionali, di apprendimento e, in questi ultimi anni, anche economici è necessario intervenire; pertanto, i destinatari del progetto saranno tutti gli studenti delle scuole con particolare attenzione agli alunni con Bisogni Educativi Speciali (stranieri e non). Gli inter-scambi diverranno S.M.A.R.T.: semplici, molteplici, accattivanti, rilevanti, tempestivi.

FINALITA’
Garantire a tutti gli studenti pari opportunità;
promuovere l’inclusione sociale degli alunni e delle loro famiglie;
diffondere la cultura dell’ascolto e dell’accoglienza;
fornire strumenti per sviluppare le competenze linguistiche specifiche dell’italiano.

OBIETTIVI
promuovere la formazione di conoscenze e atteggiamenti
che inducono a stabilire rapporti dinamici tra le culture;
creare un clima relazionale nella classe e nella scuola
favorevole al dialogo, alla comprensione e alla
collaborazione, intesi come accettazione e
rispetto delle idee, dei valori, delle culture altre e
come rafforzamento della propria identità culturale, nella prospettiva di un reciproco cambiamento ed arricchimento;
sviluppare la consapevolezza e il possesso individuale e collettivo di valori in relazione ai diritti di ciascuno, al rispetto della propria storia e alla costruzione di quella comune;
promuovere l’alfabetizzazione ed il potenziamento delle quattro abilità della lingua italiana come L2.

METOLOGIA:
Si prevede l’utilizzo dei seguenti metodi di apprendimento/insegnamento
ricerca/azione;
tutoring;
circle time;
media education (uso della videocamera, decostruzione e costruzione di messaggi visivi, costruzione di brevi video e filmati…).

ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO
Verranno attivati corsi diversificati, a seconda delle esigenze, condotti dai docenti interni all’Istituto:
* di alfabetizzazione della lingua italiana per alunni NAI;
* di rinforzo, in vista del passaggio dalla scuola primaria alla secondaria di 1° grado;
* di supporto alla preparazione agli esami di Stato per la licenza al termine del 1° ciclo di istruzione;
* laboratori espressivi e/o linguistici in collaborazione con il Cred. Ad oggi il Comune di Viareggio, in situazione di dissesto finanziario, non è in grado di garantire tale offerta che viene comunque considerata nel progetto nel caso in cui, in corso d’anno, si potesse attivare.
ATTIVITA’
Le attività saranno calibrate sull’età degli apprendenti e sulle loro conoscenze linguistiche. Si prevedono, tuttavia, attività ludiche/ludiformi, artistiche, motorie e prettamente linguistiche.
STRUMENTI
Computer, LIM, software specifici, videocamere…

SPAZI
Tutti gli spazi dei plessi coinvolti.

MODALITA’ DI VERIFICA
Il progetto sarà monitorato in itinere, e se necessario adeguato alle eventuali ulteriori necessità, ed ex post, per rilevare i punti di forza e di debolezza. Si prevedono contatti con gli insegnanti delle classi coinvolte e osservazioni delle attività svolte dagli esperti Cred all’interno dei Laboratori.

DURATA
Il Progetto si svilupperà per l’intero anno scolastico 2015/2016

Torna su